Sistema dei Servizi

...

Attualmente l’attrezzatura scolastica del Comune di Sorgà finalizzata al compimento della scuola dell’obbligo, comprende n.3 scuole materne, n.3 scuole elementari e n.2 scuola media (una delle quali verrà chiusa al termine del corrente anno scolastico).

Per la popolazione studentesca di età oltre la scuola dell’obbligo il Comune di Sorgà fa riferimento a varie strutture scolastiche per l’istruzione di grado superiore professionale, posizionate nei comuni contermini, in special modo: Isola della Scala, Nogara, e Mantova. E’ da notare che per la posizione del territorio del Comune di Sorgà e per l’ordine di grandezza della sua popolazione la dotazione scolastica attuale è più che sufficiente ed inoltre vi è la tendenza in atto da parte delle piccole amministrazioni e di Sorgà in particolare ad attuare uno studio generale intercomunale per ottimizzare il rapporto studenti territorio.

Per quanto attiene all’ubicazione delle scuole esistenti, queste ultime risultano sufficientemente servite dalla viabilità esistente e dotate di spazi di parcheggio e a verde nelle immediate vicinanze. Attualmente la dotazione per l’istruzione ammonta a circa mq. 15.000, con una media di 2.22 mq/ab, il dato è giustificabile per l’esiguo numero di abitanti e per la totale mancanza di attrezzature scolastiche di ordine superiore. Il P.R.G. non prevede nuovi insediamenti scolastici ma solo il mantenimento e la riorganizzazione degli attuali. Per quanto riguarda le aree a verde e a parcheggio, analizzando lo stato di fatto abbiamo una situazione reale che vede mediamente soddisfatti i parametri minimi per quanto riguarda le frazioni maggiori.

La frazione di Pontepossero è dotata di un suo impianto sportivo e di un ampio parcheggio centrale. Il P.R.G. oltre ad aumentare la dotazione di standards e ubicandoli in zone strategiche prevede il loro collegamento attraverso la previsione di nuove aree a verde o mediante percorsi pedociclabili. Notevole importanza assume il grande parcheggio in prossimità del cimitero e la loro unione attraverso un percorso ciclabile che affianca il tracciato del Tione. Il P.R.G. individua una nuova area attrezzata, in posizione decentrata, per lo svolgimento di attività sportive motoristiche, come il motocross. La dotazione prevista dal P.R.G. ammonta a circa mq. 7000 di verde con una media di 7.4 mq/ab, e di mq. 10000 di parcheggio pari a 10.5 mq/ab. Per il capoluogo di Sorgà come già descritto nei paragrafi precedenti, la presente Variante ha studiato un nuovo centro che il Comune doterà di servizi nella parte di sua proprietà da definirsi con il Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica, con zone verdi, passaggi pedonali, parcheggi, edifici a servizi e aree a verde ripale. Il capoluogo era già dotato di impianti sportivi propri, che la Variante ha confermato, inserendo collegamenti viari e pedonali. Sono stati previsti idonei parcheggi in prossimità del cimitero su un’ampia area, resasi libera da dismissioni stradali.

La dotazione di parcheggi e verde per Sorgà ammonta rispettivamente a mq. 9.000 circa e mq. 35.000, abbondantemente superiori ai minimi di legge. La situazione studiata per Bonferraro a bisogno di un approfondimento. La previsione di un grande centro sportivo attrezzato con calcio e tennis di riferimento per l’intero territorio, ha reso disponibile da una parte un’area attualmente usata impropriamente ad attività sportiva, dall’altro ha concretizzato le aspettative decennali dell’intera collettività. Il fatto che buona parte della nuova area sia già in proprietà dell’Amministrazione, fà si che l’operazione abbia i presupposti di una credibile fattibilità. Infine l’area è stata collegata con percorsi pedociclabili all’aggregato urbano, peraltro già servito da una pista ciclabile di cui è previsto il prolungamento fino alla nuova zona produttiva. Per la frazione di Bonferraro prevede circa mq. 120.000 di verde e mq. 22.000 di parcheggio.

Il P.R.G. prendendo atto dei suggerimenti del P.T.P. individua un’area sportiva per avioleggeri ai confini comunali, dettando norme per un corretto inserimento di tale struttura nell’ambiente agricolo circostante. Per la frazione di Pampuro, la Variante fa propri gli indirizzi dell’attuale P.R.G. puntualizzando solamente l’uso delle aree a standard attuali. Il Piano ha provveduto con meticolosità a censire, in collaborazione dell’Ufficio Tecnico, ogni area a servizi presenti sul territorio, in modo da avere un quadro generale aggiornato. Se la situazione economico-amministrativa permetterà la realizzazione di quanto previsto dalla Variante, ai circa 3.100 abitanti corrisponderebbero mq. 90 di standard, misure in un certo modo eccezionali per le dimensioni del Comune.